Lepre Pazza PDF Stampa E-mail
Copertina Leppre PazzaLEPRE PAZZA
Autore: Giuliano Serioli
Editore: Officinema Parma
ISBN: 88-902168-2-4
ED. I° 2008 pag 479, dimensioni 17 x 24 cm
euro 14,00
Un qualsiasi libro sul '68 non poteva prescindere dalla politica. Era il suo elemento naturale. Tuttavia, un romanzo poteva passarci in mezzo, attraversarla toccando qua e là l'essenziale per servirsene a delinearne una trama. Poteva assumerla addirittura come il luogo stesso dell'azione e attraverso di essa farsi romanzo d'avventura.
L'idea stessa d'avventura, poi, avrebbe aperto l'immaginario ad ogni possibile esperienza annessa alla politica, ma ben al di là dei suoi angusti confini razionali. Avrebbe dischiuso la porta dei sentimenti, portando a giorno anche i più riposti.
D'altra parte cos'è che fa nascere l'esigenza di una palingenesi sociale e di una utopia politica?
I sentimenti, non altro!
Una volta che il cuore comincia a battere per le ingiustizie, lo fa anche per la libertà negata, per l'amicizia e la fraternità soffocate dall'egoismo e dall'ipocrisia e, infine, batte ancor più forte per l'amore ritrovato o finalmente trovato, per quella follia completa di sè che è l'innamoramento, che una società edonistica e ultracompetitiva sembra aver del tutto dimenticato.
Questo il procedimento seguito in "Lepre pazza" e questo ne è anche l'obiettivo.
Come dai sentimenti più elementari elusi e derisi nasca la passione civile e come da questa, poi, gli stessi sentimenti promanino prendendo il largo, travolgendo ogni barriera dettata dalla paura, dall'egocentrismo, dall'ipocrisia. Quasi che la passione civile sia il volano necessario a metterli in moto, a portarli ad una eccitazione tale da poter alitare liberi in noi, capaci di prendere il largo e di sorprenderci felicemente.
Giuliano Serioli

La lepre pazza è il movimento studentesco. E' il '68, la stagione della passione civile.
Dopo le occupazioni universitarie della primavera e il maggio francese, piazza Garibaldi non è più solo la vetrina della borghesia, è diventata la sede a cielo aperto di quella massa di giovani che hanno in mente di cambiare il mondo.
Lepre pazza è un romanzo d'amore.
Giuliano Serioli

"Questo libro è la memoria di un rivoluzionario e di una generazione che non ha fallito, ma non ha potuto cercare la verità che la storia del pensiero aveva oscurato..."
Sabini Fabrizio


Leggi la recensione di Giuseppe Marchetti sulla Gazzetta di Parma del 08/10/2008 [CLICCA QUI]